Chat with us, powered by LiveChat
+39 080 86 51 100 info@doctormanager.it
Seleziona una pagina

Comunicazione medico-paziente: come migliorarla?

La comunicazione medico-paziente è sicuramente il più importante tassello nello sviluppo di una relazione solida e costante ed è il fondamento dell’immagine e dell’identità di un ambulatorio e poliambulatorio.

Se ben strutturata, infatti, la comunicazione medico-paziente permette di acquisire notevoli opportunità per:

• il medico o l’ambulatorio e il poliambulatorio (maggiori volumi di pazienti trattati, efficiente gestione del paziente, alto livello di servizio ambulatoriale, affermazione di un’immagine professionale, etc)
• il paziente (comodità nella prenotazione, facilità ed immediatezza nella comunicazione degli esiti diagnostici, prevenzione, fiducia, etc)

Ma come migliorare la comunicazione medico-paziente?
E come essere all’altezza delle aspettative dei propri pazienti ed ottimizzare la fedeltà al proprio ambulatorio e poliambulatorio?

Vediamolo insieme!

Comunicazione medico-paziente: gli strumenti per ottimizzarla

Con le attuali tecnologie software puoi con facilità sviluppare una comunicazione medico-paziente bidirezionale, una relazione di fiducia che potrai monitorare ed ottimizzare con immediatezza e semplicità.

Con quali strumenti?

Ecco, quelli più idonei per ottimizzare la comunicazione medico-paziente:

Servizio di prenotazione visite mediche online: attraverso la prenotazione online i pazienti possono visualizzare la disponibilità del medico, della struttura e selezionare l’orario della visita medica che meglio si adatta alle loro esigenze.
Così, si riduce la necessità di riprogrammare gli appuntamenti, si eliminano le telefonate e si abbattono notevolmente stress e frustrazioni sia per i pazienti che per gli operatori dell’ambulatorio e del poliambulatorio.

Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE): quando disponibile rappresenta per il medico un utile base di conoscenza clinico sanitaria. Per il paziente, invece, è una comodità nel concentrare tutto il suo archivio di documenti sanitari.
Con il fascicolo sanitario elettronico, non dovrai più ricordare al paziente di portare con sé i precedenti referti o documenti sanitari, né tanto meno il paziente dovrà farsene più carico al momento della visita medica.

Canali di comunicazioni differenziati: la maggiore accessibilità a diversi canali di comunicazione (sito web, canali social, email/sms, chat, etc) per scambiare esiti diagnostici o indicazioni terapeutiche semplifica la relazione con i pazienti, rende più efficiente il tempo di medici, pazienti e operatori ambulatoriali ed ottimizza la gestione del tuo ambulatorio o poliambulatorio.

Sai quanti appuntamenti persi potresti evitare acquisendo un servizio di promemoria via sms?
Sei consapevole dell’opportunità che possono offrirti i social media nell’ascolto e nell’interazione con i tuoi pazienti?
O hai considerato quanto i messaggi promozionali dedicati, via sms ed email, possano favorire la crescita dei tuoi servizi ambulatoriali?

Attività d’informazione e prevenzione: ambulatori e poliambulatori potrebbero sviluppare un proprio patrimonio di conoscenza (comunicati, supporti informativi su patologie, pratiche, attività medico sanitarie, etc) e favorire mediante specifici e differenti canali una vera e propria cultura di cura e prevenzione.

Ad esempio, attraverso la proposta di screening o check up periodici una struttura ambulatoriale privata può ottimizzare la relazione con i pazienti e garantire un servizio di prevenzione e qualità.

Avevi mai pensato ai servizi di prevenzione come ad una opportunità di business per la tua struttura ambulatoriale?

Gestire un ambulatorio e poliambulatorio di successo significa sviluppare una relazione di fiducia con i propri pazienti, ascoltare le loro necessità, alimentando un dialogo empatico e fornendo una risposta concreta alle loro necessità.

E tu cosa stai facendo per migliorare la comunicazione medico-paziente?
Di quali strumenti ti sei dotato per rafforzare l’immagine della tua struttura ambulatoriale e facilitare lo sviluppo di una relazione di fiducia con i tuoi pazienti?

Condividi questa notizia!