pixel
+39 080 86 51 100 info@doctormanager.it
Seleziona una pagina

Referto online ambulatorio: le misure per gestirlo al meglio

Per referto online, si intende la possibilità di ottenere il referto medico tramite modalità digitali: Fascicolo Sanitario Elettronico, sito Web, posta elettronica anche certificata, supporto elettronico.

Se integrato nel processo ambulatoriale, il referto online può:

contribuire al processo di digitalizzazione ambulatoriale,

migliorare la gestione informatizzata dei documenti;

semplificare l’esperienza del paziente.

Ma com’è possibile per il paziente accedere al referto online?

E un ambulatorio come deve organizzarsi per gestirlo al meglio e tutelare i dati personali dei suoi pazienti?

Vediamolo insieme!

Referto online ambulatorio

Ogni ambulatorio e studio medico, integrando nel proprio processo il servizio di referto online, deve adottare specifiche misure gestionali ed organizzative per garantire ai pazienti la massima trasparenza ed integrità nel processo di trasmissione ed acquisizione del referto, in piena conformità alle vigenti disposizioni di legge.

Ma da dove cominciare?

Referto online: come acquisirlo?

In relazione alle proprie necessità organizzative e gestionali, un ambulatorio e studio medico, rende possibile l’accesso al referto online da parte del paziente attraverso due distinte modalità:

collegamento al sito Internet dell’ ambulatorio e studio medico ove è stato erogata la prestazione in modo da effettuare il download del referto;

• ricezione presso la casella di posta elettronica dell’interessato.

L’adesione al servizio di invio dei referti online, per entrambe le modalità, deve essere formalmente esplicita e sempre facoltativa, mantenendo la possibilità di ritirare il referto in formato cartaceo.

Inoltre, il referto digitale, per avere un valore probatorio a tutti gli effetti idi legge, deve essere firmato digitalmente dal medico refertante.

Referto online: quali misure adottare per tutelare i dati personali dei pazienti?

Download del referto dal sito internet

Nel caso in cui il paziente acceda al referto online, collegandosi al sito Internet dell’ ambulatorio e studio medico che ha eseguito l’esame, al fine di effettuarne il download o la visualizzazione interattiva, dovrebbero essere necessariamente adottate specifiche cautele, quali:

protocolli di comunicazione sicuri, basati sull’utilizzo di standard crittografici per la comunicazione elettronica dei dati, con la certificazione digitale dell’identità dei sistemi che erogano il servizio in rete (protocolli https ssl – Secure Socket Layer);

tecniche idonee ad evitare la possibile acquisizione delle informazioni contenute nel file elettronico nel caso di sua memorizzazione intermedia in sistemi di caching, locali o centralizzati, a seguito della sua consultazione on-line;

l’utilizzo di idonei sistemi di autenticazione dell’interessato attraverso ordinarie credenziali o, preferibilmente, tramite procedure di strong authentication;

disponibilità limitata nel tempo del referto online (massimo 30 gg.);

possibilità da parte dell’utente di sottrarre alla visibilità in modalità on-line o di cancellare dal sistema di consultazione, in modo complessivo o selettivo, i referti sanitari online che lo riguardano.

Ricezione del referto presso la casella di posta elettronica

Nella condizione in cui, si invia al paziente copia del referto prodotto in formato digitale alla sua casella di posta elettronica dovranno essere osservate le seguenti cautele:

spedizione del referto in forma di allegato a un messaggio e-mail e non come testo compreso nella body part del messaggio;

il file contenente il referto dovrà essere protetto con modalità idonee a impedire l’illecita o fortuita acquisizione delle informazioni trasmesse da parte di soggetti diversi da quello cui sono destinati, che potranno consistere in una password per l´apertura del file o in una chiave crittografica rese note agli interessati tramite canali di comunicazione differenti da quelli utilizzati per la spedizione dei referti (Cfr. regola 24 del Disciplinare tecnico allegato B) al Codice). Tale cautela può non essere osservata qualora l’interessato ne faccia espressa e consapevole richiesta, in quanto l’invio del referto alla casella di posta elettronica indicata dall’interessato non configura un trasferimento di dati sanitari tra diversi titolari del trattamento, bensì una comunicazione di dati tra la struttura sanitaria e l’interessato effettuata su specifica richiesta di quest’ultimo;

convalida degli indirizzi e-mail tramite apposita procedura di verifica online, in modo da evitare la spedizione di documenti elettronici, pur protetti con tecniche di cifratura, verso soggetti diversi dall’utente richiedente il servizio.

Referto online: è necessario richiedere il consenso al paziente?

Si! È necessario fornire al paziente un’idonea informativa che descriva le caratteristiche del servizio stesso e ne evidenzi la facoltatività; e, inoltre, deve essere acquisito un autonomo e specifico consenso dello stesso per il trattamento dei suoi dati personali.

Una volta acquisito il consenso, con il quale si perfeziona l’adesione al servizio, all’interessato deve essere inoltre concessa, in relazione ai singoli esami clinici e strumentali cui si sottoporrà in futuro, di manifestare una volontà contraria, ovvero che i relativi referti non siano oggetto del servizio di refertazione on-line cui ha aderito in precedenza.

Referto online ambulatorio: le opportunità

Riduzione dei costi di gestione della carta;

Semplificazione e maggior trasparenza nei processi operativi;

Integrazione ed efficienza organizzativa e gestionale;

Ottimizzazione dell’esperienza del paziente e miglioramento dell’immagine della struttura ambulatoriale.

Adotta il referto online: anticipa il processo di refertazione, ottimizza la tua efficienza e migliora l’esperienza di servizio dei tuoi pazienti.

Normativa di riferimento

Linee guida in tema di referti on-line – 25 giugno 2009 [1630271]

 

Condividi questa notizia!