pixel
+39 080 86 51 100 info@doctormanager.it
Seleziona una pagina

Sistema RIS PACS: l’integrazione d’efficienza

Mar 27, 2020 | Efficienza organizzativa

  1. Il sistema RIS e il sistema PACS
  2. Lo standard Dicom
  3. I vantaggi dell’integrazione in ambulatorio

 

Sistema RIS PACS? Partiamo da qui!

Ambulatori e poliambulatori che erogano servizi di diagnostica per immagini (RX, TAC, RM, ECO, etc) spesso devono trattare importanti volumi di richieste, da evadere nel più breve tempo possibile, e con il più efficiente impegno organizzativo. Quest’obiettivo è raggiungibile creando un processo di servizio che coinvolga le risorse tecniche ed umane nella maniera più fluida possibile e sia in grado di perseguire economie di scala salvaguardando sempre e comunque la qualità dei servizi. In tale contesto, una delle possibili leve organizzative da sfruttare è l’integrazione tra i due principali sistemi informativi normalmente presenti nell’ambito della radiologia e dei servizi di diagnostica per immagini:

•  RIS – Radiological Information System, con cui sono normalmente gestite le principali fasi di accesso ed erogazione del servizio: prenotazione, gestione agende, accettazione e fatturazione, gestione anagrafica pazienti, gestione code e worklist di esecuzione degli esami, compilazione del referto, consegna del referto al paziente. Proprio come DMRIS software RIS radiologia, che permette di gestire in maniera integrata tutte le attività d’erogazione del servizio rendendo efficiente l’intero processo diagnostico.

•  PACS – Picture Archiving and Communication System, con cui sono gestite le attività di esecuzione degli esami, archiviazione delle immagini, studio delle immagini, stampa delle pellicole o produzione dei cd/dvd.

Per meglio delineare lo scenario d’integrazione del sistema RIS PACS, evidenziamo che rientrano nei sistemi PACS le seguenti principali componenti:

Modality, che indica la modalità di acquisizione dell’immagine (strumento) presente nell’organizzazione: RX, TAC, RM, ECO, etc.

Archivio PACS, database centralizzato di archiviazione degli studi e delle relative immagini corrispondenti agli esami svolti per ciascun paziente con le diverse modalità.

Workstation di refertazione, su cui il medico refertante consulta e studia i diversi esami da refertare.

Ma come avviene l’integrazione del sistema RIS PACS?

Sistema RIS PACS: l’integrazione è mediata dallo standard DICOM

L’integrazione e l’interoperabilità tra i sistemi RIS e PACS è ottenibile adottando uno standard che definisce:

Il formato dei messaggi contenente i dati amministrativi e sanitari dei pazienti e dei relativi esami che i sistemi devono scambiarsi.

Il protocollo di comunicazione con cui questi messaggi devono essere scambiati.

Tutto questo è stato definito nello standard DICOM – Digital Imaging and Communications in Medicine (https://www.dicomstandard.org/) che rappresenta anni di sforzi per creare il più universale e fondamentale standard nella diagnostica per immagini. In estrema sintesi il DICOM definisce una rete di comunicazione, basata sul protocollo TCP/IP, che consente l’interoperabilità dei diversi nodi che caratterizzano l’intero processo di acquisizione, archiviazione e consultazione dei dati e delle immagini necessari all’attività diagnostica (server RIS, server PACS, modalità diagnostiche, workstations, sistemi di stampa delle pellicole, sistemi di produzione dei cd/dvd, etc). Ogni nodo è definito da un nome che lo distingue sulla rete definito AEtitle e dal suo indirizzo IP.

Uno scenario base di integrazione del sistema RIS PACS con lo standard DICOM, comprende:

Registrazione nel RIS in fase di accettazione dei dati relativi a pazienti ed esami da eseguire.

Il RIS invia i dati registrati (Patient Name, Patient ID, AEtitle, Accession Number, Procedure ID, etc) ad un DICOM worklist server (DWS) che li rende disponibili ai nodi della rete che si occuperanno dell’esecuzione dell’esame (modalità).

Ciascuna modalità interroga periodicamente il DWS e si scarica la worklist degli esami da eseguire. In questo modo i dati relativi a pazienti ed esami non vengono introdotti manualmente dai tecnici evitando così errori di trascrizione e tracciando ciascun momento di esecuzione dell’esame.

Quando l’esame è completato, la modalità ha la possibilità di comunicare al DWS l’esecuzione (o meno) dell’esame insieme ad alcuni dati, come, il tecnico esecutore dell’esame, la dose utilizzata, etc. Inoltre, ove presente, la modalità trasmette al database del PACS gli studi e le relative immagini da archiviare.

Il medico refertante sulla workstation di refertazione consulta la lista degli esami eseguiti sulle specifiche modalità, avvia lo studio delle immagini, produce il referto sul RIS e lo firma digitalmente. Il referto e le immagini possono essere archiviati insieme nel database del PACS.

A questo punto il referto e le relative immagini possono essere resi disponibili al paziente, anche automaticamente, su cd/dvd o via internet.

Sistema RIS PACS: i vantaggi in ambulatorio

In un ambulatorio e/o poliambulatorio con un sistema RIS PACS è possibile:

Implementare un processo di erogazione delle prestazioni diagnostiche riducendo la necessità di data entry e di carta nelle diverse fasi, grazie all’elevata condivisione dei dati.

Garantire affidabilità e correttezza dei dati che circolano lungo tutto il processo diagnostico.

Aumentare la produttività di macchinari e apparecchiature della tua organizzazione non occupando relative consolle di gestione durante la refertazione.

Migliorare il percorso diagnostico rendendo accessibili sulla workstation di refertazione tutte le informazioni disponibili relative al paziente in esame (immagini, referti precedenti, etc).

Realizzare un archivio digitale di tutte le immagini prodotte, riducendo il rischio di perdita delle informazioni o distribuire le immagini diagnostiche ai reparti in forma digitale con risparmio di tempo e di pellicole. Il sistema PACS, infatti, permette ai medici l’accesso diretto alle immagini memorizzate, riducendo o eliminando la dipendenza da personale addetto al reperimento di dati ed immagini.

Standardizzazione del processo in modo tale da incrementare efficienza, produttività e qualità dei servizi ambulatoriali, soprattutto a beneficio dei pazienti.

Non perdere di vista questa opportunità di valore, scarica la nostra infografica sul sistema RIS PACS!

Condividi questa notizia!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rimani aggiornato

Registrati per non perdere nemmeno un post e acquisire le migliori pratiche manageriali direttamente sulla tua email

*Confermo di aver preso visione dell’informativa sul trattamento dei dati.

Raggiungi il successo in sanità con le soluzioni Doctor Manager.
Scegli la tua!

DM RIS
DM FISIO
DM STUDIO
DM POLI
DM SPORT